News

Yohji Yamamoto goes punk: riedita (ancora) le Dr Martens

Clarissa Monti
29 luglio 2018

Una nuova collaborazione per Yohji Yamamoto e Dr Martens: il designer giapponese ha infatti da poco presentato la seconda limited edition realizzata in tandem con l’iconico marchio di calzature.

Non è la prima volta che l’alta moda dimostra di avere un debole per i mitici boots underground, che nel tempo si sono aggiudicati le attenzioni di label griffatissime, da Gucci a Prada, nonché l’amore incondizionato di influencer e it girl, arrivando a calcare persino i red carpet internazionali.

Sarà per il fascino da intramontabili ribelli, ma gli anfibioni a 10 buchi non passano mai di moda e, anzi, non sembrano essere mai stati così à la page. Yamamoto lo sa bene e dopo aver rieditato lo scorso inverno il modello Ramsey, ora ha voluto lanciare una nuova versione dei 1460, i primi scarponcini in assoluto ad essere stati realizzati dal marchio inglese.

La capsule collection, già in vendita negli store Dr Martens a circa 900 dollari, vede protagonista lo stivale simbolo della cultura punk con l’inedita firma dello stilista sul lato. Da collezione.


Potrebbe interessarti anche