Tech

YouTube: altro gigante a pagamento

Marcello Vercesi
14 Maggio 2013

Contro ogni pronostico, è stata confermata dal gigante della Silicon Valley Google la notizia che vede 54 canali tematici completamente a pagamento. La nuova linea di business, resa nota una settimana fa dal Financial Times porta con se una lunga serie di domande. Come prima cosa infatti, non si può fare a meno di interrogarsi su come il popolo della rete reagirà a questa mossa economica da parte di Big G,  senza precedenti nella storia. Per quanto le tariffe dichiarate siano basse (si parla di 0,99 dollari al mese per alcuni canali) è pur sempre la prima forma di pagamento attiva nella piattaforma YouTube, servizio da sempre gratuito sia per quanto riguarda l’upload di video sia per quanto riguarda la visione dei video. Che anche la grande company americana si stia adattando alle linee guida “dettate” da Spotify e Netflix? Resta ancora incerto il motivo della decisione. Quello che è chiaro è che, con una cifra pari al costo di un caffè si andranno ad aiutare artisti e programmi, che oggi a causa della pirateria, si trovano ad affrontare un periodo particolarmente difficile.

Marcello Vercesi



Potrebbe interessarti anche