News

Zara green: anche il low cost punta sulla sostenibilità

Martina D'Amelio
23 Luglio 2019

Un’immagine della campagna 2019 di Zara Join Life

Low cost, ma sostenibile. Zara annuncia che renderà le sue collezioni 100% green entro il 2025.

La tendenza eco che da qualche stagione a questa parte sta contagiando i player fashion del lusso, da Gucci a Chanel a Giorgio Armani, ora inizia a essere seguita anche dai colossi fast fashion. E il brand di Inditex ha colto subito la palla al balzo, dichiarando che nei prossimi 6 anni si impegnerà ad eliminare tutte le sostanze chimiche pericolose e inquinanti, oltre a non utilizzare più fibre ad alto impatto provenienti da foreste in via di estinzione.
Un primo passo previsto entro il 2020, che sarà seguito dalla sostituzione degli imballaggi di plastica nel 2023 e dal riciclo dei rifiuti in energia rinnovabile entro il 2025. Fino a raggiungere l’obiettivo principe: rendere tutte le collezioni sostenibili, grazie all’utilizzo di materiali come cotone, lino e poliestere rigorosamente organici o riciclati.

Il passaggio green era stato iniziato già col lancio della label Zara Join Life, realizzata con materiali più sostenibili della media, che nel 2019 ha registrato un incremento a tripla cifra (+110%): l’anno prossimo almeno un articolo su quattro sarà contraddistinto da questa etichetta.

Un annuncio che arriva direttamente dai vertici di Inditex, insieme alla creazione di un Sustainability Committee all’interno del board. Inoltre, l’azienda ha fatto sapere che prima della fine del 2019 tutti gli uffici e stabilimenti saranno in linea con i più alti standard green, e lo stesso avverrà per gli store Zara.

E tutti gli altri brand Inditex? Anche Massimo Dutti, Zara Home, Uterqüe, Pull&Bear e Stradivarius applicheranno ai propri punti vendita le nuove regole nel 2020.

È la cosa giusta da fare, sia moralmente che commercialmente“, ha dichiarato Marta Ortega, la figlia del fondatore di Inditex Amancio Ortega. La notizia arriva a distanza di qualche mese da quando H&M – il principale concorrente – ha annunciato che il 57% delle proprie linee è realizzato con materiali eco friendly. Chi vincerà – sul piano del low cost – nella lotta per la sostenibilità ambientale? Staremo a vedere…



Potrebbe interessarti anche